L’AN Brescia esce vincente dal turno infrasettimanale contro la Rari Nantes Savona. La squadra di Bovo trionfa 17-11 alla Zanelli e trova certezze importanti in vista della settimana di Champions alle porte.

Nel primo periodo l’AN Brescia parte bene, sopratutto nei minuti iniziali in cui i leoni riescono a gestire il gioco e trovare 3 gol rispettivamente con Nikolaidis, Cannella e Jacopo Alesiani. Negli istanti finali di parziale però il Savona ritorna in partita grazie alle reti di Campopiano e Fondelli, e nel finale Iocchi risponde alla marcatura di Lazic firmando il 3-4 alla prima sirena.

Tanta intensità anche nel secondo tempo dove per 4 minuti le due squadre ribattono colpo su colpo. Ad aprire le marcature è Giacomo Cannella dopo 30 secondi e Gitto qualche istante dopo firma il momentaneo 6-3. Ancora una volta i padroni di casa però non ci stanno e grazie alla doppietta di Iocchi si rifanno sotto. La rimonta viene interrotta dal gol del capitano Christian Presciutti a 4 minuti dal termine del parziale e da lì in poi l’AN Brescia dilaga con Lazic, Jokovic e Gitto. Allo scadere l’ex Brescia Molina pesca il gol del 6-10.

Nel terzo parziale i ritmi si abbassano leggermente e l’AN Brescia cerca di gestire il vantaggio. La squadra di Sandro Bovo trova la prima rete dopo 3 minuti grazie a Jokovic, mentre Campopiano cerca di tenere in scia i suoi grazie ad una doppietta. La qualità dei leoni però emerge e Cannella, Gitto ed Alesiani chiudono sul 4-2 il quarto.

All’inizio del quarto finale è ancora l’AN Brescia a bucare la porta per prima. Presciutti e la doppietta di Alesiani portano gli ospiti sul 17-9. Savona con le ultime energie prova a ricucire lo svantaggio grazie alle reti di Patchaliev e Bruni, ma la sconfitta è inevitabile. I leoni vincono la quarta partita del girone e salgono a quota 12 punti in classifica.

Questo il commento di Sandro Bovo: “Abbiamo fatto qualche errore in difesa, anche figlio del ritmo molto alto. In attacco abbiamo giocato molto bene, devo dire che abbiamo sempre trovato ottime soluzioni anche se possiamo fare di più. Sicuramente si vede che Vlachopoulos viene da 28 giorni di inattività. Champions? Speriamo di essere al completo finalmente e di fare bene contro il Barceloneta”.