Dopo un lunghissimo periodo di stop, nel weekend scorso è iniziata anche la stagione dei nostri giovani leoni. Nei vari concentramenti hanno preso parte le squadre under dell’AN Brescia che si sono distinte per la voglia e la grinta mostrate durante i vari incontri. Partiamo dalle leonesse U16 allenate da Camilla Zeta che hanno affrontato a Mompiano il Can Milano, NC Milano e Como vincendo tutte e tre le partite. Questo il commento della coach: “Sicuramente ci sono cose da migliorare o che avremmo potuto fare meglio, ma dopo più di un anno ferme mi è piaciuto molto il carattere di tutte e il coraggio delle più giovani alcune anche alla prima esperienza! Tutte hanno contribuito alle tre vittorie”.

In vasca anche le due squadre under 14 allenate da Dario Bertazzoli e Filippo Legrenzi. Partiamo dai leoncini di Bertazzoli che hanno disputato tre match contro Como, Onda Blu e Monza vincendo 2 partite su 3. Così il coach al termine delle partite: “Abbiamo iniziato con grinta e determinazione la prima partita con Como concludendo il primo parziale 4-0 con altrettante reti di Zaporojan . Nel secondo e ultimo tempo i ragazzi , credendo di avere già in tasca la vittoria, si sono rilassati eccessivamente commettendo troppi errori in particolare in difesa e mancando di determinazione in attacco. Ne è conseguito un pareggio finale 5 a 5, con l’unico goal del tempo realizzato da Feroldi a centroboa. Nella seconda partita con Onda Blu, partenza timida dei nostri  poi gradualmente abbiamo recuperato e vinto 9-7. Anche nella terza partita con Monza siamo partiti in difficoltà tanto da terminare il primo tempo in svantaggio per 4-1, per poi riscattarci nel secondo e vincere 6-5”.

Nel girone di Lodi invece l’altro team under 14 ha affrontato Lodi, Treviglio e l’under 14 della Brescia Waterpolo. Purtroppo sono arrivate tre sconfitte, ma i giovani allenati da Legrenzi avranno modo di lavorare e migliorare in vista dei prossimi match. Questo il commento del coach al termine delle tre sfide: “Nei tre incontri si è notato un Divario ampio tra noi e le altre squadre causa assenze. C’è molto da lavorare”.